Coliche del lattante: i fitoterapici possono migliorare la sintomatologia

41
coliche del lattante

Un lattante su cinque soffre di coliche intestinali, un fenomeno tanto frequente quanto difficile da trattare. Non esiste indicazione per alcuna terapia farmacologica, ma i prodotti fitoterapici possono migliorare i sintomi.

Le coliche del lattante interessano bambini sani

Le coliche infantili sono una condizione benigna ed autolimitante. Si manifestano in bambini sani, ma sono fonte di stress e disagio per i genitori. È comune il senso di inadeguatezza derivante dal non riuscire ad affrontare e risolvere questa problematica. Il pediatra, dunque, indicherà l’approccio più utile ed escluderà l’assenza di patologie organiche sottostanti.

Le coliche del lattante insorgono classicamente nella seconda settimana di vita e scompaiono autonomamente attorno al terzo mese. Si manifestano con accessi di pianto inconsolabile, solitamente nelle ore pomeridiane. Durano più di tre ore e si ripetono per più di tre volte a settimana. Possono associarsi a distensione addominale e contrazione delle gambe.

Attualmente non esiste una spiegazione chiara sull’origine del fenomeno. Fra le ipotesi vi è l’immaturità dell’apparato gastroenterico, l’allergia alle proteine del latte vaccino e l’alterazione della microflora intestinale. Concomitanti tensioni familiari, inadeguato rapporto madre-figlio e l’abitudine tabagica della madre possono contribuire all’insorgenza.

Quale trattamento migliora i sintomi?

Non è indicato l’impiego di farmaci nel trattamento delle coliche infantili, ma è possibile adottare altre strategie terapeutiche. Hanno restituito risultati incoraggianti l’integrazione di probiotici e l’adozione di un regime alimentare ipoallergenico da parte della madre. Inoltre, diversi studi hanno sottolineato l’efficacia dei prodotti fitoterapici.

I prodotti fitoterapici sono composti naturali estratti da piante che hanno un’azione medicinale. Diversi studi hanno descritto l’efficacia di emulsioni a base di finocchio e melissa, i quali somministrati insieme agiscono in sinergia.

Finocchio e melissa migliorano i sintomi

I composti a base di finocchio sono già tuttora ampiamente utilizzati in ambito pediatrico. Nelle coliche del lattante, nei disturbi spastici del tratto gastrointestinale e in presenza di meteorismo il finocchio può avere effetti benefici. Uno studio ha valutato specificatamente l’effetto della somministrazione del finocchio nelle coliche infantili, concludendo che vi è un tangibile miglioramento dei sintomi.

La melissa è nota per le sue proprietà rilassanti. Sull’apparato gastrointestinale esercita un effetto distensivo, normalizza la funzionalità intestinale e promuove l’espulsione dei gas in eccesso. Uno studio ha valutato l’efficacia della co-somministrazione di melissa e finocchio nel trattamento delle coliche infantili. I risultati confermano il miglioramento della sintomatologia clinica.

Utile si è rivelata anche la passiflora. Anch’essa è un vegetale medicinale ed esercita un effetto calmante, distensivo e spasmolitico. Considerando la probabile natura psicosomatica del disturbo, la blanda sedazione offerta dalla passiflora agisce in sinergia con finocchio e melissa per migliorare la sintomatologia clinica.

Conclusioni

Le coliche infantili sono disturbi benigni che insorgono in bambini sani. Il pianto inconsolabile è fonte di stress e disagio per i genitori. Non esistono terapie farmacologiche risolutive, ma il medico può ricorrere a rimedi fitoterapici. L’associazione di melissa, finocchio e passiflora migliora la sintomatologia clinica nel bambino con coliche.

Letteratura scientifica di riferimento

  1. Savino F. et all. Looking for new treatments of Infantile Colic. Italian Journal of Pediatrics 2014, 40:53
  2. Shamir R, St James-Roberts I, Di Lorenzo C, Burns AJ, Thapar N, Indrio F, Riezzo G, Raimondi F, Di Mauro A, Francavilla R, Leuchter RH, Darque A, Hüppi PS, Heine RG, Bellaïche M, Levy M, Jung C, Alvarez M, Hovish K. Infant crying, colic, and gastrointestinal discomfort in early childhood: a review of the evidence and most plausible mechanisms. J Pediatr Gastroenterol Nutr. 2013 Dec;57 Suppl 1:S1-45.
  3. Perry R, Hunt K, Ernst E. Nutritional supplements and other complementary medicines for infantile colic: a systematic review. Pediatrics. 2011 Apr;127(4):720-33.
  4. Alexandrovich I, Rakovitskaya O, Kolmo E, et al. The effect of fennel (Foeniculum Vulgare) seed oil emulsion in infantile colic: a randomized, placebo-controlled study. Altern Ther Health Med 2003; 9 (4): 58-61.
  5. Westphal J, Horning M, Leonhardt K. Phytotherapy in functional upper abdominal complaints. Results of a clinical study with a preparation of several plants. Phytomedicine 1996; 2: 285-291.
  6. Savino F, Cresi F, Castagno E, Silvestro L, Oggero R. A randomized double-blind placebo-controlled trial of a standardized extract of Matricariae recutita, Foeniculum vulgare and Melissa officinalis (ColiMil) in the treatment of breastfed colicky infants. Phytother Res. 2005; 19(4):335-40).]
  7. Bourin M, Bougerol T, Guitton B, et al. A combination of plant extracts in the treatment of outpatients with adjustment disorder with anxious mood: controlled study versus placebo. Fundam Clin Pharmacol 1997; 11 (2): 127-132.
  8. Akhondzadeh S, Naghavi HR, Vazirian M, et al. Passionflower in the treatment of generalized anxiety: a pilot doubleblind randomized controlled trial with oxazepam. J Clin Pharm Ther 2001; 26 (5): 363-367.
  9. Dhawan K, Kumar S, Sharma A. Anxiolytic activity of aerial and underground parts of Passiflora incarnata. Fitoterapia 2001; 72 (8): 922-926.