Il Glucomannano riduce i livelli di Colesterolo LDL

22
glucomannano

L’eccesso di colesterolo LDL è un importante fattore di rischio cardiovascolare. Prima di ricorrere ai farmaci, modificare le proprie abitudini alimentari inserendo una maggiore quantità di fibre potrebbe migliorare lo stato di salute del paziente. Il glucomannano è una fibra naturale che riduce i livelli di colesterolo LDL.

Il dosaggio dei livelli plasmatici di colesterolo è frequentemente oggetto di indagine soprattutto nei pazienti con familiarità per ipercolesterolemia. Nello specifico, il colesterolo LDL è indicato in gergo come “colesterolo cattivo” contrapposto al “colesterolo buono” HDL.  L’eccesso di colesterolo LDL è un importante indice sul quale bisogna intervenire per ridurre il rischio cardiovascolare.

Il colesterolo LDL è un fattore di rischio cardiovascolare

L’eccesso di colesterolo LDL può sommarsi ad un quadro più ampio chiamato Sindrome Metabolica, una vera e propria epidemia del mondo occidentale. Si configura con la contemporanea presenza di ipertensione arteriosa, intolleranza glucidica, obesità addominale, riduzione del colesterolo HDL ed aumento dei trigliceridi. Tale quadro predispone l’individuo a patologie cardiovascolari come ictus ed infarto cardiaco, nonché a malattie metaboliche come il diabete mellito di tipo II.

Modificare i livelli di colesterolo sierico è un’importante target sia dal punto di vista preventivo che terapeutico. Nei pazienti con pregresso infarto del miocardio, infatti, mantenere bassi i livelli di colesterolo LDL è fondamentale per prevenirne le recidive.

Cambiare la propria dieta incrementando la quantità di fibre è un’ottima strategia iniziale per diminuire il colesterolo LDL. Infatti, le fibre ad alto indice di viscosità ne abbassano i livelli sierici. Non tutte le fibre sono uguali ed il glucomannano è quella che si è dimostrata essere più efficace.

Il glucomannano è una fibra naturale che riduce i livelli di colesterolo LDL

Il glucomannano è una fibra naturale ad alto peso molecolare estratta dalla radice di Konjak ed è attualmente oggetto di numerosi studi. L’assunzione di glucomannano abbassa i livelli di colesterolo LDL nel contesto di una dieta ipocalorica. Inoltre, l’integrazione prima dei pasti riduce la glicemia post-prandiale e coadiuva la perdita di peso se aggiunta ad un regime alimentare adeguato.

L’ EFSA afferma che:

L’integrazione di 4g al giorno di glucomannano  aiuta a mantenere la normale concentrazione di colesterolo LDL nel sangue

Il beneficio del glucomannano è tangibile ed ha un effetto robusto sulla riduzione dei livelli di colesterolo LDL. Dagli studi è emerso che 1 g di glucomannano è in grado di diminuire di circa 0,12 mmol/L il colesterolo LDL sia negli adulti che nei bambini. Inoltre, l’integrazione di glucomannano non riduce il colesterolo “buono” HDL.

Il glucomannano ha un effetto maggiore rispetto ad altre fibre come orzo ed avena. Questo significa che con minori quantità si possono ottenere risultati più soddisfacenti sulla riduzione del colesterolo LDL.

La qualità del glucomannano è specchio anche della sua sicurezza. Infatti, è considerata una molecola sicura i cui effetti indesiderati consistono prevalentemente in una lieve modifica dell’alvo.

Il glucomannano coadiuva la perdita di peso

Tante sono le proprietà del glucomannano e diversi studi ne stanno indagando la capacità di coadiuvare la perdita di peso nel contesto di una dieta ipocalorica. Infatti, il glucomannano è una fibra che si imbibisce di acqua trasformandosi in un composto gelatinoso altamente viscoso che aumenta il tempo di svuotamento gastrico e promuove il senso di sazietà.

Conclusioni

Il colesterolo LDL è un importante fattore di rischio cardiovascolare che bisogna ridurre sia in prevenzione primaria che secondaria. Aumentare l’apporto di fibre migliora lo stato di salute del paziente ed il glucomannano ha dimostrato essere efficace in tal senso. L’integrazione di 4g/die di glucomannano prima dei pasti riduce i livelli di colesterolo LDL, e coadiuva la perdita di peso nel contesto di una dieta ipocalorica.

Letteratura scientifica di riferimento

  • Scientific Opinion on the substantiation of health claims related to glucomannan and maintenance of normal blood cholesterol concentrations (ID 836, 1560) pursuant to Article 13(1) of Regulation (EC) No 1924/2006 – EFSA
  • Hoang Vi Thanh Ho, Elena Jovanovski, Andreea Zurbau, Sonia Blanco Mejia, John L Sievenpiper, Fei Au-Yeung, Alexandra L Jenkins, Lea Duvnjak, Lawrence Leiter, and Vladimir Vuksan. A systematic review and meta-analysis of randomized controlled trials of the effect of konjac glucomannan, a viscous soluble fiber, on LDL cholesterol and the new lipid targets non-HDL cholesterol and apolipoprotein B. Am J Clin Nutr
  • Nitesh Sood, William L Baker, and Craig I Coleman. Effect of glucomannan on plasma lipid and glucose concentrations, body weight, and blood pressure: systematic review and meta-analysis. Am J Clin Nutr 2008;88:1167–75