L. rhamnosus GG previene i sintomi addominali causati dagli antibiotici

73

La terapia con antibiotici espone al rischio di diarrea anche nelle settimane successive la sospensione. Nei bambini, soprattutto quelli più sensibili, è necessario prevenire questa evenienza con l’aiuto dei probiotici. L. rhamnosus GG riduce il rischio di diarrea associata a terapia antibiotica.

Alcuni antibiotici causano diarrea anche settimane dopo la sospensione

Gli antibiotici sono farmaci frequentemente somministrati in età pediatrica, indispensabili nelle circostanze appropriate per le quali i bambini sono più vulnerabili. Alcune classi possono causare disturbi gastrointestinali anche nelle settimane successive l’interruzione della terapia. Amoxicillina, ampicillina, clindamicina o le cefalosporine sono antibiotici di uso comune che aumentano il rischio di diarrea post-terapia.

Gli antibiotici alterano l’equilibrio del microbiota. Il tratto gastrointestinale è colonizzato da una moltitudine di specie batteriche differenti che nel complesso compongono il microbiota. Abitualmente conosciuto come flora intestinale, la sua importanza è tale che influenza lo stato di salute del nostro organismo. Se dovessimo fare un confronto, le cellule batteriche che compongono la flora intestinale sarebbero numericamente superiori a tutte quelle del nostro intero corpo.

Gli antibiotici alterano il microbiota intestinale

Il microbiota è in constante equilibrio con il nostro organismo, fornisce le vitamine e gli amminoacidi essenziali, ha funzioni immunomodulatorie ed antinfiammatorie e previene la colonizzazione di specie batteriche patogene. Quando il microbiota altera la sua composizione perde la sua funzionalità. I disturbi gastrointestinali che ne derivano, come la diarrea, sono il risultato di una condizione di disbiosi che deve essere trattata.

I probiotici ripristinano lo stato di salute del microbiota. L’integrazione di specifici ceppi batterici nelle adeguate concentrazioni modifica la composizione della flora intestinale. Non tutti i probiotici sono uguali e solo alcuni sono indicati nella prevenzione e nel trattamento della diarrea associata ad antibiotico.

L. rhamnosus GG è il probiotico di scelta per limitare l’insorgenza della diarrea da antibiotico

Il L. rhamnosus GG è il probiotico raccomandato per la gestione della diarrea associata ad antibioticoterapia. Secondo le indicazioni fornite da una delle più importanti società scientifiche in ambito di gastroenterologia pediatrica, l’integrazione precoce di L. rhamnosus GG riduce il rischio di diarrea da antibiotico. La supplementazione con L. rhamnosus GG è consigliata in concomitanza con l’inizio della terapia antibiotica ad una dose non inferiore a 5mld di CFU al giorno.

L. rhamnosus GG è un probiotico le cui proprietà sono uniche e l’impiego è consolidato nella pratica clinica. Infatti, è in grado di colonizzare l’intestino formando un biofilm che protegge la mucosa dalla proliferazione di specie batteriche patogene. Ripristinando l’equilibrio del microbiota ne ripristina le funzionalità che globalmente migliorano il benessere intestinale.

5mld di CFU al giorno di L. rhamnosus GG sono utili per la gestione della diarrea da antibiotico

L. rhamnosus GG è un probiotico sicuro ed efficace. L’integrazione riduce significativamente il rischio di diarrea associata ad antibiotico, soprattutto nei bambini più sensibili. La necessità di ospedalizzazione, pregressi episodi di diarrea associata ad antibiotico, l’età, la durata del trattamento e la classe di farmaco impiegata sono tutti fattori che incrementano il rischio.

Secondo le attuali linee guida, l’integrazione di L. rhamnosus GG dovrebbe avvenire ad una dose non inferiore a 5mld di CFU al giorno in concomitanza con l’inizio della terapia antibiotica. Dicoflor gocce è il probiotico pensato per i più piccoli: 5 gocce apportano 5mld di CFU di L. rhamnosus GG. Per i bambini più grandi, Dicoflor KIDS è il formato in bustine orosolubili che fornisce la dose giornaliera necessaria a ridurre il rischio di diarrea associata ad antibiotico.

Letteratura

  • Probiotics for the Management of Pediatric Gastrointestinal Disorders: Position Paper of the ESPGHAN Special Interest Group on Gut Microbiota and Modifications. JPGN 2022;76: 232–247).
Articolo precedenteIl gonfiore intestinale può essere alleviato dal Simeticone e dai Sucresteri
Articolo successivoI probiotici mitigano i sintomi della colite ulcerosa